I battelli in progettazione sono quattro: tre avranno una dimensione di 8,2 metri e potranno far viaggiare circa 15 persone ognuno; a questi si aggiungerà un’ammiraglia di 10 metri, da 20/30 persone.  Il mezzo potrà trasportare anche biciclette.

Le EBoat saranno esercite ad orario o a chiamata: 2 battelli saranno utilizzati per il trasporto via mare, sia a Monte Argentario, tra Porto Santo Stefano e Santa Liberata, che al Giglio; gli altri due, dotati di pale per il trasporto lagunare, saranno a disposizione dei passeggeri a Orbetello e collegheranno il centro con le spiagge della Feniglia e della Giannella.

I battelli elettrici funzionano grazie a pannelli fotovoltaici e a speciali ed innovativi accumulatori di energia fotovoltaica che permettono di catturare la luce del sole ed immagazzinarla per essere usata all’occorrenza.

Valentino II, prototipo a cui si ispireranno i nuovi e più performanti battelli elettrici, ormeggiato presso il Circolo Canottieri di Orbetello